La Bosch
La Bosch
Scuola e Lavoro

Crisi Bosch di Bari-Modugno, interrogazione urgente in Regione Puglia

A presentarla il consigliere Damascelli: «chiedo un impegno preciso per scongiurare i licenziamenti»

«Quasi 2 mila dipendenti e una storia di traguardi raggiunti fra gli applausi della platea internazionale: lo stabilimento barese della Bosch, primo in Italia, sta attraversando una fase di delicatissima riconversione produttiva, e la società ha prospettato esuberi per 620 unità. Il che si tradurrebbe in una grave crisi occupazionale nel territorio, in aggiunta alle tante altre dovute alla desertificazione industriale del polo di Bari. Urge attivare ogni interlocuzione utile affinché l'azienda, con il supporto anche della Regione, possa rivedere il suo piano industriale e blindare i tanti posti di lavoro in ballo. Il team barese della Bosch, come si ricorderà, nel 1998 tenne a battesimo il common rail, il sistema d'iniezione diretta che ha innescato lo sviluppo dei motori a gasolio. Oggi, però, il mercato sta cambiando direzione, ed entro il 2020 è stata annunciata una radicale riconversione della produzione industriale, che comporterebbe gli esuberi prospettati».

«Tutto questo nonostante l'accordo sottoscritto con i sindacati a maggio 2017, con cui si blindavano i livelli occupazionali fino al 2022, attraverso una combinazione di cassa integrazione, ferie e permessi. Tale accordo, però, è stato rimesso in discussione a seguito di un'ulteriore contrazione del settore diesel. Serve, quindi, un piano industriale chiaro e dettagliato. La Regione Puglia, nel corso di un incontro ministeriale a giugno scorso, ha dato la sua disponibilità a garantire un cofinanziamento regionale anche per la riqualificazione del personale, a patto che non ci sia alcun esubero. Adesso, a carte mescolate, chiedo alla Regione di riferire lo stato dell'arte e soprattutto chiedo un impegno preciso per scongiurare i licenziamenti: si perderebbero non solo centinaia di posti di lavoro, ma anche un know how di straordinaria competenza e professionalità».
  • Bosch
Altri contenuti a tema
Denner conferma gli esuberi in Bosch, è sciopero Denner conferma gli esuberi in Bosch, è sciopero Astensione dal lavoro dei dipendenti dello stabilimento barese il prossimo 28 novembre
Una manifestazione alla Bosch di Modugno, Uglm chiede chiarezza Una manifestazione alla Bosch di Modugno, Uglm chiede chiarezza Samantha Partipilo: «Portare a Bari nuove produzioni che possano saturare l'esubero di 620 dipendenti»
Bosch di Modugno, se ne discute anche in consiglio metropolitano Bosch di Modugno, se ne discute anche in consiglio metropolitano Il consigliere Carrieri presenta una mozione urgente: «Tutte le istituzioni del territorio devono essere in campo»
Bosch di Bari-Modugno, oltre 600 lavoratori a rischio Bosch di Bari-Modugno, oltre 600 lavoratori a rischio Incontro al Mise nel pomeriggio di ieri, nessun progetto per il sito pugliese
Stabilimento Bosch di Modugno, nuovo incontro al Mise Stabilimento Bosch di Modugno, nuovo incontro al Mise Si discute ancora del futuro del sito e dei circa duemila dipendenti
Assemblee dei lavoratori alla Bosch, in ballo il futuro dello stabilimento Assemblee dei lavoratori alla Bosch, in ballo il futuro dello stabilimento Falcetta (Uilm): «Se le risposte non dovessero arrivare in tempi brevi, metteremo in campo ogni iniziativa per far sentire la voce dei lavoratori»
© 2001-2019 ModugnoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
ModugnoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.