Marelli a Modugno
Marelli a Modugno
Scuola e Lavoro

Marelli apre a Colonia, Uilm Bari: «Il sito a Modugno diventerà residuale?»

Preoccupazione dopo la notizia giunta nei giorni scorsi, la nuova fabbrica tedesca dedicata ai sistemi di propulsione elettrica

Un nuovo sito produttivo dedicato ai sistemi di propulsione elettrica che andrà a regime entro la metà del prossimo anno a Colonia. Sono le intenzioni di Magneti Marelli, comunicate attraverso una nota ufficiale diffusa nei giorni scorsi.

«Non vorremmo – commenta Riccardo Falcetta, segretario generale della UILM di Bari – che il progetto della nuova fabbrica pregiudicasse, in futuro, la posizione dello stabilimento barese nella galassia Marelli, 'retrocedendolo' a sito residuale. Sarebbe una clamorosa beffa, considerato che il sistema Kers (kinetic energy recovery system) ha origini baresi, essendo stato sviluppato proprio nello stabilimento della zona industriale. Non è ancora il momento di creare apprensioni, ma sicuramente chiederemo un confronto con i vertici aziendali per chiarire tali aspetti, a tutela delle professionalità e del know how dei nostri lavoratori».

A Falcetta fa eco Franco Busto, segretario generale della UIL di Puglia. «I piani di espansione di Marelli – dice – sono la rappresentazione plastica di un Paese, l'Italia, che ha poche idee e ben confuse sulle politiche industriali. Mentre all'estero si finanziano, direttamente o indirettamente, come in questo caso, nuove realtà produttive, qui da noi si continua esclusivamente a giocare in difesa, sovente grazie solo alla caparbietà del sindacato, invece di puntare su una visione prospettica basata sullo sviluppo, l'innovazione, la ricerca e nuovi investimenti. Certo, non possiamo sindacare sulle scelte strategiche dell'azienda ma, pur senza prematuri allarmismi, ci attiveremo con la categoria per definire il ruolo dello stabilimento barese, una risorsa che non solo va preservata, ma valorizzata. Anche perché – conclude Busto – se passasse la teoria che il cuore produttivo europeo è altrove e anche altre aziende scegliessero questa strada, ci ritroveremmo di fronte a un grave problema economico e occupazionale per il territorio».
  • sindacati
Altri contenuti a tema
Modugno, Donato Pascazio è il nuovo segretario Fim Cisl Bari Modugno, Donato Pascazio è il nuovo segretario Fim Cisl Bari Succede a Gianfranco Micchetti, l'elezione in videoconferenza nella giornata di ieri
Modugno, lavoratori del servizio di pulizia delle scuole in agitazione Modugno, lavoratori del servizio di pulizia delle scuole in agitazione Affidamento in scadenza domani ma non ci sono certezze sul futuro, sit-in stamane davanti al Comune
Ex Auchan di Modugno, UILTucs firma l'accordo con l'azienda Ex Auchan di Modugno, UILTucs firma l'accordo con l'azienda Il sindacato: «Ora, presteremo la massima attenzione affinché il cerchio si chiuda e tutti i lavoratori vengano ricollocati»
Auchan Modugno, nel passaggio da Conad a Despar restano fuori 35 dipendenti Auchan Modugno, nel passaggio da Conad a Despar restano fuori 35 dipendenti Filcams CGIL e Fisascat CISL abbandonano il tavolo, Neglia: «Criteri non condivisi con i sindacati e a rischio di discriminazione»
Marelli, anche a Modugno proseguono oltre il 31 luglio le misure anti-Covid Marelli, anche a Modugno proseguono oltre il 31 luglio le misure anti-Covid La comunicazione nella giornata di ieri durante l'incontro tra azienda e parti sociali, al momento non ci sono esuberi strutturali
False revoche di iscrizione alla Fiom Cgil, è bufera alla ex Getrag False revoche di iscrizione alla Fiom Cgil, è bufera alla ex Getrag Il sindacato: «Atto grave sia per l’azienda, sia per coloro che hanno impropriamente utilizzato i dati sensibili dei lavoratori stessi»
Bellino di Modugno, si lotta ancora per i turni Bellino di Modugno, si lotta ancora per i turni Dopo lo sciopero di due giorni fa non si è ancora giunti ad una soluzione, Fiom Cgil: Pronti a riprendere il dialogo
Licenziamenti in Skf a Modugno, Uilm: «Decisione inaccettabile» Licenziamenti in Skf a Modugno, Uilm: «Decisione inaccettabile» I sindacati attaccano: «Ci riserviamo di adire le vie legali e di informare, ufficialmente, anche le istituzioni locali»
© 2001-2021 ModugnoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
ModugnoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.