Modugno
Modugno
Attualità

Modugno riparte dopo il lockdown, da venerdì dovrebbe tornare il mercato

Il sindaco Nicola Magrone: «Situazione tranquilla, poche unità di contagiati in via di guarigione. Comincia una vita che sa sempre più di normalità»

Modugno da oggi cerca di guardare al futuro dopo i mesi di lockdown a causa dell'emergenza Coronavirus. Come in tutta Italia da oggi riaprono le attività di commercio al dettaglio, i bar, i ristoranti, i centri estetici, i parrucchieri. Riaprono i locali di tatuatori, gli alberghi, strutture ricettive all'aria aperta, zoo e campeggi.

In città riaprono anche parchi e giardini ovvero parco San Pio, la villa comunale e, più in generale, le aree verdi che erano rimaste chiuse sinora. Non riaprono, invece, per ora le aree gioco per i bambini. Tutti i luoghi pubblici o aperti al pubblico potranno essere frequentati con ingressi dilazionati e la distanza interpersonale di almeno un metro, nel rispetto dei protocolli e delle linee guida messi a punto dalle Regioni e dal Governo.

«Abbiamo passato, credo tutti, alcuni giorni che sono stati dedicati a riprendere fiato dopo quella specie di vita sospesa che è stato per due mesi il nostro cosiddetto distanziamento sociale, il 'restare a casa' per fermare la diffusione del contagio da coronavirus - dichiara il sindaco Nicola Magrone - Sulla situazione dei contagi a Modugno non ho scritto da tempo perché la nostra situazione è, da varie settimane, abbastanza tranquilla. Poche unità di contagiati, via via in guarigione. Ed è per questa ottima situazione che possiamo permetterci di guardare a oggi. Oggi comincia una vita che sa sempre più di normalità anche se a lungo dovremo tenere bene in testa le misure precauzionali da utilizzare sempre, contro il rischio di ammalarsi: tenere tutti a distanza di almeno un metro, usare mascherine - obbligatoriamente nei luoghi chiusi - e guanti, lavarsi spesso le mani, evitare gli assembramenti».

L'ordinanza regionale consente anche la riapertura dei mercati, anche se rimane necessario seguire un severo protocollo che garantisca che non possano verificarsi assembramenti.

«Stiamo allestendo le misure per fare in modo che già il prossimo venerdì qui a Modugno possa svolgersi il mercato settimanale - sottolinea il primo cittadino - Per esempio, dovremo prevedere misure per accessi scaglionati in relazione agli spazi disponibili, per evitare il sovraffollamento e assicurare il distanziamento sociale; apporre segnaletica (orizzontale e/o verticale) vicino ai banchi; provvedere eventualmente a un maggiore distanziamento delle postazioni di vendita; vedremo tutto ciò che c'è da fare per evitare assembramenti».

«Tornare a parlare della nostra vita ordinaria - conclude - significa anche tornare a parlare dei modi in cui far risorgere la nostra economia. Nei giorni scorsi, come amministrazione, abbiamo assunto iniziative in favore dei commercianti e, più in generale delle attività economiche. Altre contiamo di assumerne frattanto che si mette a punto il bilancio comunale di previsione. Sono iniziative che solo l'aver messo, in questi anni, a posto le casse comunali ci consente: e di questo siamo contenti e orgogliosi».
  • magrone
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Coronavirus in Puglia, si conferma il trend in discesa. Solo 4 nuovi casi Coronavirus in Puglia, si conferma il trend in discesa. Solo 4 nuovi casi Tra i positivi di oggi ben 3 in provincia di Bari, due i decessi e 2.837 i pazienti guariti
Coronavirus in Puglia, 4 nuovi positivi e 4 decessi Coronavirus in Puglia, 4 nuovi positivi e 4 decessi Sono due i casi in provincia di Bari, mentre i guariti sono diventati 2.813
Coronavirus, otto nuovi positivi. Sette di loro della provincia di Bari Coronavirus, otto nuovi positivi. Sette di loro della provincia di Bari Il dato su 2.177 test effettuati. Nessun decesso nella giornata di oggi e i guariti arrivano a quota 2.768
Coronavirus in Puglia, 4 nuovi positivi e 5 decessi Coronavirus in Puglia, 4 nuovi positivi e 5 decessi Due i casi registrati oggi in provincia di Bari, mentre i guariti sono quasi 2700
Bando da 460 mila euro per i genitori che non hanno lavorato causa Covid in Puglia, come funziona Bando da 460 mila euro per i genitori che non hanno lavorato causa Covid in Puglia, come funziona Il contributo una tantum per ogni famiglia è pari a 200 euro ed è erogato dall'Ente Bilaterale Bari-BAT
Buone notizie sul fronte Coronavirus, solo 5 nuovi positivi in Puglia Buone notizie sul fronte Coronavirus, solo 5 nuovi positivi in Puglia Nessun nuovo caso nella provincia di Bari, un solo decesso a Brindisi e guariti a quota 2.590
Coronavirus, nessun nuovo caso in provincia di Bari Coronavirus, nessun nuovo caso in provincia di Bari Sono 10 i positivi in più in Puglia, tutti nella provincia di Foggia
Continuano a calare i casi di Coronavirus in Puglia, solo 2 nuovi positivi Continuano a calare i casi di Coronavirus in Puglia, solo 2 nuovi positivi Sono stati registrati nella BAT e a Brindisi, 4 i decessi e i guariti diventano 2436
© 2001-2020 ModugnoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
ModugnoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.