La fabbrica ex Om
La fabbrica ex Om
Politica

Ex Om, lavoratori beffati?

A rischio le trattative

Dalla presentazione in pompa magna alla Fiera del Levante con tanto di applausi e comunicati stampa al silenzio. O peggio ancora : all'addio. La vicenda dell'ex Om Carrelli nella zona industriale potrebbe concludersi con un nulla di fatto dopo l'annuncio di Tua di non voler più produrre minicar elettriche. Il punto su quello che sarebbe dovuto essere il processo di reindustrializzazione si è trasformato in una presa d'atto del contrario. Operazione che di fatto coinvolge in modo negativo i 191 operai pronti a rientrare già agli inizi di ottobre. Sulla vicenda è intervenuto il sindaco di Modugno Nicola Magrone che durante la seduta del Consiglio Comunale di una settimana fa ha spiegato di essere stato convocato dopo mesi di silenzi, dalla task Force regionale : 'una vicenda drammatica, che coinvolge tutti. Non solo i lavoratori. Un atto gravissimo'. IL Comune di Modugno aveva ceduto gratuitamente il capannone alla Tua autowork che aveva già cominciato a bonificare l'area dell'amianto. Cosa sia successo dopo è tutto da chiarire. Così come sarebbe da chiarire il fatto che viene presentato il prototipo di un'auto che sembra la versione aggiornata di quella prodotta ormai da anni nella provincia di Modena. Parliamo di auto elettriche a impatto zero. A volerci vedere chiaro anche il deputato del PD Dario Ginefra che ha chiesto l'intervento del Ministero. Nei prossimi giorni, intanto, dovrà riunirsi la task force regionale. Al tavolo parteciperà anche il sindaco di Modugno Nicola Magrone.
© 2001-2021 ModugnoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
ModugnoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.