La Bosch
La Bosch
Scuola e Lavoro

Crisi Bosch, ieri mattina incontro in Comune a Modugno

Al tavolo organizzato da Fim Cisl erano presenti il sindaco Bonasia e il vicesindaco Montebruno

Si è tenuto ieri mattina nella sala Beatrice Romita del Comune di Modugno, un incontro tra i vertici Fim Cisl regionali e i lavoratori per definire una linea d'azione comune in merito alla previsione dello stabilimento Bosch di Bari di 700 esuberi (su 1700 dipendenti) nei prossimi 5 anni. Un annuncio che fa di Bari anche la prima crisi aziendale in Italia causata dal passaggio all'auto elettrica: Il punto di snodo è nella specializzazione e riconversione produttiva dello stabilimento.

Al tavolo di discussione, organizzato da Fim-Cisl, hanno partecipato Nicola Bonasia Sindaco di Modugno, il vicesindaco, Beppe Montebruno, il consigliere comunale e rappresentante RSU Fim-Cisl, Vincenzo Scelsi, il segretario generale Fim Cisl Bari, Donato Pascazio e altri rappresentanti sindacali.

«Il sito Bosch di Bari ha dato molto al territorio in termini di occupazione e di crescita - ha spiegato Donato Pascazio. - È indubbio, altresì, che come lavoratori siamo stati sempre corretti e leali in questi anni per soddisfare tutti gli obiettivi aziendali. Prevedere 700 esuberi in 5 anni significa dare un colpo devastante al nostro territorio». Il segretario Fim-Cisl ha poi spiegato quali sono le proposte del sindacato: «È necessario prevedere due linee di intervento: la prima è interna al Gruppo Bosch per attuare modalità di solidarietà interna al gruppo, con la possibilità di valutare le produzioni in eccesso in altri siti, per allocarli presso lo stabilimento di Bari. La seconda, invece, coinvolge il governo italiano e il MISE in modo tale da agevolare la riconversione industriale e garantire il futuro allo stabilimento di Bari e agli oltre 1700 lavoratori«.

In questo senso, una mano potrebbe venire dalle risorse del PNRR da destinare a transizione energetica e mobilità: "Il sistema Italia deve essere pronto a questo cambiamento repentino nel settore automotive e finanziare la riconversione a tutte le grandi aziende del settore - ha concluso Pascazio -. È in ballo il futuro di migliaia di lavoratori e delle loro famiglie".

Grande solidarietà e condivisione da parte del sindaco Bonasia che ha fatto sapere a tutti i lavoratori che si tratta di "una battaglia che affronteremo insieme fino alla fine: è una vertenza che mai avremmo voluto vivere ma che riguarda l'anima del nostro territorio. Se si pensa alla zona industriale della nostra città - ha continuato - non si può che pensare alla Bosch. È il primo vero banco di prova del Paese Italia nel recepire fattivamente quel processo di trasformazione verso il green.
Dobbiamo essere forti e tenere duro, dobbiamo essere pronti a battere i pugni sul tavolo per sostenere le nostre ragioni. Siamo e saremo al vostro fianco sia negli atti formali che fisicamente".
  • Lavoro
Altri contenuti a tema
Il futuro della zona Asi, se ne parla in “Modugno terra d'eccellenza” Il futuro della zona Asi, se ne parla in “Modugno terra d'eccellenza” Lo workshop si svolgerà il prossimo 21 luglio
È ora di imparare effettivamente un lavoro che ti permetta di trovare lavoro È ora di imparare effettivamente un lavoro che ti permetta di trovare lavoro Esistono figure professionali richiestissime dalle aziende che, paradossalmente, trovano difficoltà nel reperirle
Concorso istruttore amministrativo contabile, prove scritte il 21 e 22 giugno Concorso istruttore amministrativo contabile, prove scritte il 21 e 22 giugno Tutte le info utili
Festa del Lavoro: il Gruppo Megamark chiude punti vendita, uffici e piattaforme logistiche Festa del Lavoro: il Gruppo Megamark chiude punti vendita, uffici e piattaforme logistiche Cav. Pomarico: «Giornata da trascorrere in famiglia e da dedicare al proprio benessere»
L'esperienza straordinaria di Benny ed Emanuele, assunti a tempo indeterminato L'esperienza straordinaria di Benny ed Emanuele, assunti a tempo indeterminato Gruppo Megamark e Trani Autism Friendly insieme per una storia di integrazione lavorativa
Crisi Baritech, incontro tra Gigia Bucci di Cgil e Leo Caroli della task force regionale Crisi Baritech, incontro tra Gigia Bucci di Cgil e Leo Caroli della task force regionale «Occorre un comune obiettivo: l’avvio di nuove attività anche diversificate in quel sito produttivo e la ricollocazione dei dipendenti»
Fumata nera per Baritech, rischiano il posto di lavoro 158 dipendenti Fumata nera per Baritech, rischiano il posto di lavoro 158 dipendenti La notizia arrivata dopo l'incontro della task force regionale sul lavoro tenutosi ieri
Scadenza commessa Ader per Network, 200 lavoratori ad un bivio Scadenza commessa Ader per Network, 200 lavoratori ad un bivio I sindacati rimandano al mittente l'indisponibilità di Consorzio Leonardo a mantenere la territorialità del servizio
© 2001-2022 ModugnoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
ModugnoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.