banchi scuola
banchi scuola
Scuola e Lavoro

Scuola d'estate anche in Puglia, il Governo stanzia 510 milioni

Il ministro Bianchi: «Stiamo dando una opportunità come mai prima, non soltanto di potenziamento dell’apprendimento, ma di socialità»

Il Governo mette la scuola al centro dei suoi pensieri, e dopo la decisione di riportare in classe bambini e ragazzi almeno per l'ultimo mese dell'anno scolastico, ora vara un piano per l'apertura estiva degli istituti.

Saranno stanziati 510 milioni di euro, con i quali si procederà ad organizzare corsi di recupero degli apprendimenti, ma non solo. Il progetto punta al "recupero di socialità", come sottolinea il ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi, intervenuto a Porta a Porta.

Il progetto prevede corsi che vanno dal potenziamento dell'apprendimento all'educazione motoria, dalle discipline artistiche ai corsi sulla sostenibilità ambientale, dal rinforzo delle competenze digitali all'educazione alla cittadinanza.

«Abbiamo messo in campo 510 milioni per dare continuità alla scuola, fare un ponte tra quest'anno e l'anno prossimo - dichiara il ministro - Le scuole cominceranno a valutare i ragazzi a giugno, poi faremo il punto di cosa sanno e cosa devono sapere, per poi organizzare, insieme anche ai comuni, una stagione di recupero di socialità. Stiamo dando una opportunità come mai prima, non soltanto di potenziamento dell'apprendimento. Siamo fiduciosi, stiamo facendo una verifica e la risposta è buona».

«La maggioranza degli interventi - aggiunge il sottosegretario barese Rossano Sasso - è destinata ai territori più disagiati del Paese: quelli del Mezzogiorno, delle aree interne e delle zone dove il tasso di dispersione scolastica è drammaticamente elevato. Sono sicuramente anche le realtà dove per una famiglia non è scontato potersi permettere una villeggiatura, quindi avere a disposizione anche nei mesi estivi un punto di riferimento come la scuola può risultare fondamentale».

I corsi non saranno obbligatori per gli studenti, e anche i docenti potranno aderire su base volontaria. Mentre gli istituti scolastici potranno rivolgersi al mondo delle associazioni e del terzo settore per ampliare l'offerta formativa a disposizione dei ragazzi.

«Il prossimo anno dovrà essere un anno costituente per la scuola - conclude Bianchi - che dovrà essere più "affettuosa". Dobbiamo rimettere la scuola al centro della comunità e degli affetti. Sappiamo che il problema è il prima e il dopo la scuola, dove ci sono dei protocolli rigidi. Necessario il cambiamento degli orari complessivi, stiamo lavorando per organizzare il lavoro per settembre anche per quanto riguarda i trasporti. Dobbiamo riconquistare il tempo, imparare da questa fase. Dobbiamo imparare che possiamo cambiare i tempi complessivi del sistema, la grande sfida e opportunità che abbiamo ora. Cambiare per migliorare».
  • scuola
Altri contenuti a tema
Rientro in classe a Modugno, sanificate tutte le scuole Rientro in classe a Modugno, sanificate tutte le scuole Bonasia: «Invito tutti al rispetto dei protocolli anticovid: siamo, ancora, in piena emergenza»
Si torna a scuola il 7 aprile in Puglia, ma Emiliano lascia la libertà di scelta Si torna a scuola il 7 aprile in Puglia, ma Emiliano lascia la libertà di scelta Gli istituti dovranno garantire alle famiglie che ne faranno richiesta di poter continuare a non andare in presenza
Scuole chiuse in provincia di Bari, tra i ragazzi +59% di casi Covid Scuole chiuse in provincia di Bari, tra i ragazzi +59% di casi Covid I numeri che hanno portato il presidente Emiliano ad emanare ieri sera l'ordinanza restrittiva e di chiusura della scuola
Vaccini al personale scolastico, stop alla didattica a Modugno Vaccini al personale scolastico, stop alla didattica a Modugno In questa settimana si provvede alla somministrazione della prima dose, ecco quali istituti saranno chiusi
Scuole "chiuse" in Puglia, Cgil: «Necessari congedi Covid per i genitori» Scuole "chiuse" in Puglia, Cgil: «Necessari congedi Covid per i genitori» Richiesto un incontro urgente con le categorie datoriali Confindustria, Confcommercio, Legacoop, Confartigianato
Scuola in Puglia, tutti a casa per due settimane Scuola in Puglia, tutti a casa per due settimane La nuova ordinanza valida dal 22 febbraio al 5 marzo
Modugno, casi Covid tra docenti e studenti: 11 classi in Dad Modugno, casi Covid tra docenti e studenti: 11 classi in Dad Contagi accertati nella scuola secondaria di 1° grado "Casavola - D'Assisi" e in due scuole primarie
Mensa e trasporto non usufruiti causa Covid, via ai rimborsi a Modugno Mensa e trasporto non usufruiti causa Covid, via ai rimborsi a Modugno Pubblicato sul sito del Comune l'elenco degli aventi diritto, le liquidazioni a partire dal 15 febbraio
© 2001-2021 ModugnoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
ModugnoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.