IMG WA
IMG WA
Vita di città

Chiede di poter andare via ma il Comune gli nega l'autorizzazione

Al dirigente non è stata concessa la possibilità di andare a lavorare a Triggiano

Continua la fuga di dipendenti dal Comune di Modugno, bloccati da determine di giunta. Questa volta è toccato a Fulvio Gesmundo. Per anni operativo all'ufficio Finanze, con la mansione di "Istruttore Direttivo Amministrativo/Contabile" cat. D6, è dipendente con contratto a tempo pieno e indeterminato in servizio presso l'Ufficio Piano di Zona del Comune. Il 4 dicembre scorso ha manifestato la propria disponibilità presso il Comune di Triggiano. La carica, con durata 6 mesi, doveva avere decorrenza dal 1 gennaio. ll responsabile dell'Ufficio di Piano aveva dato il suo benestare al trasferimento, a patto però che si procedesse all'individuazione di un altro istruttore direttivo contabile a copertura del posto, come richiesto dal Piano Regionale delle Politiche Sociali e dalla convenzione costitutiva dell'Ufficio di Piano. A bloccare il trasferimento è intervenuta la Giunta, questa volta con voto unanime, fatta eccezione per l'astensione del vice sindaco Francesca Benedetto. Assenti gli assessori Antonio Alfonsi e William Formicola. La motivazione del no è sempre la stessa: la mancanza di personale con le medesime competenze specialistiche, in questo caso personale di categoria D da collocare nell'Ufficio Piano di Zona, in sostituzione a Gesmundo. "Seppure il comando temporaneo presso altro Ente comporti un vantaggio in termini di economicità, riducendo la spesa di personale – si legge nella determina – il trasferimento potrebbe concretamente pregiudicare il funzionamento dell'Ufficio Piano di Zona in termini di efficacia ed efficienza". Ovviamente in base all'articolo 48 del testo unico delle leggi sull'ordinamento degli Enti Locali, che attribuisce agli organi di vertice dell'amministrazione locale la competenza per l'adozione degli atti in materia di organizzazione e di dotazioni, la decisione finale spetta al Comune. Ma c'è da chiedersi come mai tanta penuria di figure professionali qualificate, che causa l'impossibilità da parte dei dipendenti di essere sostituiti e, quindi, trasferiti secondo richiesta.
  • amministrazione comunale
  • modugno
Altri contenuti a tema
Asilo nido, una mano (l'ennesima) dal Comune Asilo nido, una mano (l'ennesima) dal Comune Stanziati 6mila euro
Contributo libri, 556 domande per 71mila euro Contributo libri, 556 domande per 71mila euro Il Comune sta stilando la graduatoria
I primi mille anni di Modugno. Il Comune cosa organizza? I primi mille anni di Modugno. Il Comune cosa organizza? I consiglieri Pd Cramarossa e Del Zotti interrogano il sindaco
Neve in arrivo anche a Modugno Neve in arrivo anche a Modugno L'allerta della Protezione Civile dalle 20 in tutta la Puglia
Smaltito il Capodanno restano per strada i botti esplosi Smaltito il Capodanno restano per strada i botti esplosi L'invito del sindaco è rimasto inascoltato
Consiglio del 31 dicembre last minute per salvare i cittadini Consiglio del 31 dicembre last minute per salvare i cittadini Polemica anche a fine anno. La minoranza salva il numero legale
Sicurezza in città, la polizia locale in giro fino alle 22 Sicurezza in città, la polizia locale in giro fino alle 22 Controlli dalle 7.30
Puzza a Modugno? Chiamiamo Pinuccio Puzza a Modugno? Chiamiamo Pinuccio Un cittadino esasperato contatta l'inviato di Striscia
© 2001-2019 ModugnoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
ModugnoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.