FB IMG
FB IMG
Vita di città

L'Unitalsi senza una sede adeguata. L'appello di un cittadino: 'chi doveva aiutarci non lo ha ancora fatto'.

Al momento i ragazzi si appoggiano alle parrocchie

I ragazzi disabili non hanno una sede adeguata dove riunirsi. A farlo sapere un cittadino che si è rivolto a Modugno Viva per il suo accorato appello a favore dei ragazzi dell'associazione Unitalsi che, da tempo, stanno aspettando una nuova sede. "Parlo a nome di tutti i ragazzi disabili dell'Unitalsi - spiega - la sede in cui si incontrano ora, offerta gentilmente da un privato - è molto piccola e non adeduata alle loro particolari esigenze. Non ci sono più i corsi per i ragazzi di via Bitritto perché non ci sono i fondi necessari. Il Comune ha promesso da anni una sede migliore ma, di fatto, non ha mantenuto l'impegno". Racconta anche che sua nipote, una ragazza di 39 anni tetraplegica, è stata costretta a lasciare la scuola perché non è stata più in grado di sostenere le sue esigenze. "Quell'istituto è stato di grande supporto per mia nipote - racconta - ora non possiamo più avvalercene. Saremo costretti a cercarne un altro anche più lontano. Spero tanto che qualcuno possa interessarsi alla situazione di questi ragazzi che avrebbero bisogno, come gli altri, di un posto dove imparare è stare insieme".
  • Disabilità
  • Unitalsi
© 2001-2018 ModugnoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
ModugnoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.