FB IMG
FB IMG
Territorio e Ambiente

I furbetti usano i miei bidoni, e io pago!

Un negoziante lamenta l'inciviltà di alcuni cittadini

È ancora una volta il web a dare voce ad un problema che colpisce i negozianti modugnesi. Oggetto del disagio la raccolta differenziata. Una commerciante, su un noto gruppo Facebook dedicato alla città, lamenta l'utilizzo dei suoi bidoni della differenziata da parte dei passanti. I quali, vedendo un contenitore a vista e incustodito, pensano bene di rifilare alla povera malcapitata il frutto di una cattiva, se non inesistente, raccolta domestica. "Nelle pattumiere della mia attività trovo di tutto - commenta - dalle coperte ai copri water, medicinali e altre cose impensabili e maleodoranti. Questo è quello che si chiama civiltà. Noi negozianti dobbiamo salassarci per pagare la tassa sui rifiuti e questo è il risultato". La commerciante di via Palese fa presente che questa non è neanche la prima volta che accade di dover differenziare rifiuti non suoi. È come lei tanti altri negozianti hanno il medesimo problema. Una soluzione potrebbe essere quella di chiudere a chiave i bidoni oppure custodirli all'interno dell'attività, ma è necessario tener presente anche la mancanza di spazi da parte di alcune attività per riporre i bidoni oppure la scomodità di chiudere è aprire puntualmente i contenitori per conferire il rifiuto. "I cittadini per non tenersi il rifiuto in casa - spiega - pensano bene di usare i bidoni delle attività commerciali piuttosto che aspettare il giusto giorno di conferimento. Questa situazione non è più tollerabile e verranno presi dei provvedimenti in merito". Nell'ultimo Consiglio comunale l'assessore all'Ambiente Tina Luciano ha fatto presente che se per le utenze domestiche si è raggiunto un buon livello di differenziata, alcune attività commerciali , invece, ritengono differenziare ancora un costo. C'è da chiedersi quanti negozianti non facciano davvero la divisione dei rifiuti e quanti, invece, vedano annullati i loro sforzi di differenziare i rifiuti da parte dei soliti furbetti.
  • ambiente
  • raccolta differenziata
Altri contenuti a tema
Commercianti esclusi dal distretto Duc: domani incontro con Magrone Commercianti esclusi dal distretto Duc: domani incontro con Magrone Rappresentiamo una grossa fetta della categoria
1 Scoperto a Modugno il W.C archeologico Scoperto a Modugno il W.C archeologico Nuovo gesto di inciviltà ai danni di un sito archeologico
Fondi (dalla Regione) per bonificare la zona industriale Fondi (dalla Regione) per bonificare la zona industriale L'Amministrazione ottiene 790 mila euro
Differenziata, la confusione tra bollette e comunicazione Differenziata, la confusione tra bollette e comunicazione Il pd pone l'accento sulla bocciatura in Consiglio
È arrivata la Tarip. I dubbi dei cittadini e le certezze del Comune È arrivata la Tarip. I dubbi dei cittadini e le certezze del Comune La giunta :"Modugno più economica dei paesi limitrofi"
Stop alla puzza. Il vademecum di Lega e Modugno a Cinque Stelle Stop alla puzza. Il vademecum di Lega e Modugno a Cinque Stelle Mercoledì prossimo, prima della pausa di ferragosto incontro con l'assessore Tina Luciano
La maggioranza risolve il pasticcio dei mastelli anche se le tariffe non cambiano La maggioranza risolve il pasticcio dei mastelli anche se le tariffe non cambiano Il Consiglio (col no dell'opposizione) modifica il regolamento
Binari invasi dalla spazzatura Binari invasi dalla spazzatura La segnalazione di un modugnese
© 2001-2018 ModugnoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
ModugnoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.