IMG WA
IMG WA
Territorio e Ambiente

Differenziata, la confusione tra bollette e comunicazione

Il pd pone l'accento sulla bocciatura in Consiglio

"Famiglie e commercianti non sono stati informati per nulla del nuovo sistema di tariffazione e questa è una grave responsabilità". Il Consigliere di minoranza del Pd Fabrizio Cramarossa , alla vigilia di questa prima tornata di bollette Tarip ( Tariffazione dei rifiuti puntuale), che stanno arrivando a casa dei modugnesi e creando grattacapi è malcontento tra famiglie e negozianti, si dice scettico e contrario alla nuova tariffazione. Le motivazioni della bocciatura sarebbero da riscontrarsi in una mancata corretta comunicazione ai cittadini di come si sarebbe svolta la tassazione e l'idea che, a priori, i commercianti facciano poco e male la differenziata. "Un buon modo di far partire il distretto unico del commercio sarebbe quello di non tartassare i commercianti con la Tarip - suggerisce Cramarossa - Questo è il dato oggettivo. Le famiglie pagheranno sostanzialmente la stessa tariffa ma imprese e commercianti sono tartassati con l'assunto di essere sporcaccioni per definizione e quindi devono pagare di più. Insomma un processo sommario come di consueto". La bocciatura della Tarip è condivisa anche da altri membri del Pd che, oltre a ribadire la confusione creatasi per l'errata capienza dei mastelli ( 30 litri invece dei 40 litri calcolati) , ha evidenziato come il Comune non abbia messo in condizione cittadini e negozianti di fare una corretta raccolta differenziata, lasciandoli poi in balia degli aumenti. "La minoranza ha sempre sostenuto che il servizio, come organizzato, non funzionasse bene - commenta la segretaria reggente Tania Di Lella ( di nuovo alla guida del Pd fino al prossimo congresso) - di conseguenza i modugnesi, anche impegnandosi a differenziare, non hanno potuto godere della riduzione delle tariffe. Per non parlare dei commercianti che si sono visti recapitare cartelle con aumenti che variano tra il 20 e il 30%. In Consiglio Comunale la minoranza ha più volte sollecitato il governo cittadino a rivedere tariffe e servizio raccolta, ma non è stata ascoltata".
  • rifiuti
  • ambiente
  • tarip
Altri contenuti a tema
Commercianti esclusi dal distretto Duc: domani incontro con Magrone Commercianti esclusi dal distretto Duc: domani incontro con Magrone Rappresentiamo una grossa fetta della categoria
1 Scoperto a Modugno il W.C archeologico Scoperto a Modugno il W.C archeologico Nuovo gesto di inciviltà ai danni di un sito archeologico
Fondi (dalla Regione) per bonificare la zona industriale Fondi (dalla Regione) per bonificare la zona industriale L'Amministrazione ottiene 790 mila euro
È arrivata la Tarip. I dubbi dei cittadini e le certezze del Comune È arrivata la Tarip. I dubbi dei cittadini e le certezze del Comune La giunta :"Modugno più economica dei paesi limitrofi"
I furbetti usano i miei bidoni, e io pago! I furbetti usano i miei bidoni, e io pago! Un negoziante lamenta l'inciviltà di alcuni cittadini
Stop alla puzza. Il vademecum di Lega e Modugno a Cinque Stelle Stop alla puzza. Il vademecum di Lega e Modugno a Cinque Stelle Mercoledì prossimo, prima della pausa di ferragosto incontro con l'assessore Tina Luciano
La maggioranza risolve il pasticcio dei mastelli anche se le tariffe non cambiano La maggioranza risolve il pasticcio dei mastelli anche se le tariffe non cambiano Il Consiglio (col no dell'opposizione) modifica il regolamento
Binari invasi dalla spazzatura Binari invasi dalla spazzatura La segnalazione di un modugnese
© 2001-2018 ModugnoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
ModugnoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.