IMG WA
IMG WA
Territorio e Ambiente

Differenziata, la confusione tra bollette e comunicazione

Il pd pone l'accento sulla bocciatura in Consiglio

"Famiglie e commercianti non sono stati informati per nulla del nuovo sistema di tariffazione e questa è una grave responsabilità". Il Consigliere di minoranza del Pd Fabrizio Cramarossa , alla vigilia di questa prima tornata di bollette Tarip ( Tariffazione dei rifiuti puntuale), che stanno arrivando a casa dei modugnesi e creando grattacapi è malcontento tra famiglie e negozianti, si dice scettico e contrario alla nuova tariffazione. Le motivazioni della bocciatura sarebbero da riscontrarsi in una mancata corretta comunicazione ai cittadini di come si sarebbe svolta la tassazione e l'idea che, a priori, i commercianti facciano poco e male la differenziata. "Un buon modo di far partire il distretto unico del commercio sarebbe quello di non tartassare i commercianti con la Tarip - suggerisce Cramarossa - Questo è il dato oggettivo. Le famiglie pagheranno sostanzialmente la stessa tariffa ma imprese e commercianti sono tartassati con l'assunto di essere sporcaccioni per definizione e quindi devono pagare di più. Insomma un processo sommario come di consueto". La bocciatura della Tarip è condivisa anche da altri membri del Pd che, oltre a ribadire la confusione creatasi per l'errata capienza dei mastelli ( 30 litri invece dei 40 litri calcolati) , ha evidenziato come il Comune non abbia messo in condizione cittadini e negozianti di fare una corretta raccolta differenziata, lasciandoli poi in balia degli aumenti. "La minoranza ha sempre sostenuto che il servizio, come organizzato, non funzionasse bene - commenta la segretaria reggente Tania Di Lella ( di nuovo alla guida del Pd fino al prossimo congresso) - di conseguenza i modugnesi, anche impegnandosi a differenziare, non hanno potuto godere della riduzione delle tariffe. Per non parlare dei commercianti che si sono visti recapitare cartelle con aumenti che variano tra il 20 e il 30%. In Consiglio Comunale la minoranza ha più volte sollecitato il governo cittadino a rivedere tariffe e servizio raccolta, ma non è stata ascoltata".
  • rifiuti
  • ambiente
  • tarip
Altri contenuti a tema
Una domenica  tra ambiente da vivere e studiare Una domenica tra ambiente da vivere e studiare Due gli appuntamenti previsti per le giornate di domenica e venerdì
Ramazza e buona volontà: ecco il kit di Legambiente Ramazza e buona volontà: ecco il kit di Legambiente I volontari verdi danno appuntamento alle 9 domenica (zona piscina)
Newo, niente autorizzazioni fino alle sentenze di Tar e Consiglio di Stato Newo, niente autorizzazioni fino alle sentenze di Tar e Consiglio di Stato L'Asi ha sposato la tesi del Comune
Piazza De Nicola e Vico Catania: due volti dello stesso problema Piazza De Nicola e Vico Catania: due volti dello stesso problema I cittadini protestano
Puzza, il Pd (ri)scrive al Comune Puzza, il Pd (ri)scrive al Comune Ennesima interrogazione
Toh chi passeggia per strada...i topi Toh chi passeggia per strada...i topi La scoperta di un ragazzo
Tersan, nessuna imposizione. Ma normali passaggi Tersan, nessuna imposizione. Ma normali passaggi Le precisazioni dell'azienda di compost
1 Puzza dalla Tersan? L'azienda metta in atto una rete di monitoraggio Puzza dalla Tersan? L'azienda metta in atto una rete di monitoraggio Arpa Puglia e Regione
© 2001-2018 ModugnoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
ModugnoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.